Visita Neurologica

La visita neurologica svolge un ruolo fondamentale nella formulazione di una sede anatomica e di un ipotesi eziologica. Le informazioni raccolte durante la visita consentono di orientare l’intero processo diagnostico, per arrivare a formulare, nel modo più veloce e sicuro, una diagnosi certa e una corretta terapia. Effettuata l’anamnesi, vengono osservati i comportamenti, la postura, l’andatura e la presenza di alterazioni funzionali del movimento. Il paziente viene poi sottoposto a una serie di stimoli e manovre che possono rivelare la natura della sofferenza e la neurolocalizzazione della malattia.

La patologia neurologica può coinvolgere il sistema nervoso centrale composto da encefalo e midollo spinale o il sistema nervoso periferico costituito da muscoli e nervi. Il sistema nervoso centrale viene suddiviso in encefalo anteriore e posteriore, midollo spinale  cervicale, cervico-toracico, toraco-lombare e lombo-sacrale. Alcune patologie neurologiche possono colpire più distretti contemporaneamente, in questo caso si parla di sindromi multifocali. La neurolocalizzazione è un passaggio di fondamentale importanza nell’approccio al paziente neurologico e permette al clinico di formulare una serie di diagnosi differenziali sulla base del distretto neuroanatomico coinvolto.

Martelletto Visita Neurologica