Patologie Neurologiche del cane e del gatto: come affrontarle insieme

Neurovet opera in collaborazione  con il vostro Veterinario di fiducia, consultatelo se il vostro cane o gatto è sofferente, se avete notato comportamenti insoliti o avete dubbi sul suo stato di salute. Se sospettate che il problema sia di origine neurologica potete contattarci direttamente per fissare una visita.

Il vostro cane o gatto viene accolto nel centro da un’infermiera che raccoglie i vostri dati anagrafici e prepara la cartella clinica. Il neurologo, raccolte le informazioni, procede alla visita neurologica. Vengono osservati i comportamenti, la postura, l’andatura e la presenza di movimenti anomali. L’animale viene poi esaminato per raccogliere indizi utili alla diagnosi manipolandolo con cura per evitare ulteriori sofferenze.
In base all’esito della visita il neurologo può proporre una serie di analisi e di indagini strumentali (RNM, TAC, DRX, EMG, EEG, ecc) per confermare la diagnosi e valutare la migliore terapia. In questo caso prima di procedere vi verranno dettagliate le finalità e i costi delle procedure che dovrete prima autorizzare.

Trattandosi di pazienti non collaboranti, per poter effettuare le indagini diagnostiche, cani e gatti devono essere sottoposti ad anestesia.
L’animale viene visitato dell’anestesista che ne valuta lo stato generale, si informa su eventuali patologie pregresse, esegue l’elettrocardiogramma (ECG) e dispone, quando necessario ulteriori accertamenti per valutare il rischio anestesiologico.
Se emergono criticità, l’Anestesista e il Neurologo concorderanno con voi la migliore strategia attuabile, compreso l’eventuale rinvio degli accertamenti. Se invece l’esito della visita è positivo, l’Anestesista procede alla sedazione del paziente che rimane collegato per tutto il tempo a un’unità mobile di ventilazione automatica e di controllo dei parametri vitali.

Neurovet è strutturata per ottimizzare i tempi dell’anestesia. Nel centro sono presenti tutte le più avanzate strumentazioni diagnostiche digitali per poter eseguire indagini dinamiche in tempo reale sotto il diretto controllo del Neurologo. Per il vostro animale d’affezione significa evitare prolungate e ripetute anestesie.

Eseguita la diagnosi, viene illustrato il problema del paziente, commentati i riscontri ottenuti, e indicata la terapia medica o chirurgica da seguire. I risultati vengono discussi con il veterinario di fiducia che seguirà con Neurovet il follow-up della cura. L’animale viene assistito durante il risveglio e riconsegnato.

In molti casi il trattamento delle patologie neurologiche consiste in una terapia farmacologica, associata, talvolta, a un programma di fisioterapia.
Spesso alcune patolologie necessitano invece di un trattamento chirurgico immediato. è il caso ad esempio dell’ernia al disco che, contrariamente a quanto avviene nell’uomo, se non operata tempestivamente può comprimere irrimediabilmente il midollo spinale compromettendo la mobilità e l’aspettativa di vita dell’animale. Per queste evenienze l’equipe chirurgica dispone di due sale operatorie per le emergenze e gli interventi pianificati.
La prevenzione e la cura del dolore sono in Neurovet aspetti fondamentali; per ogni paziente viene stabilito un protocollo analgesico mirato per le attività diagnostiche e chirurgiche.

Neurovet vi assiste lungo tutto il percorso di guarigione e nella gestione dei pazienti con visite di controllo e analisi periodiche.